Itinerari

I luoghi di Fra Diavolo nelle memorie degli Itrani

I nostri itinerari sono disponibili con con audioguida

Primo itinerario

Il primo itinerario attraversa i borghi più antichi di Itri; si snoda infatti tra la parte alta del paese, costituita dal borgo medievale di S. Angelo, e i borghi di S. Gennaro e dello Straccito che si sviluppano in basso, lungo l’Appia. In questi luoghi Michele Pezza nasce e trascorre l’infanzia, periodo in cui si guadagna il nome di Fra’ Diavolo; in questi luoghi commette, per cause ignote, i due omicidi che cagioneranno la sua latitanza e il suo breve arruolamento nell’esercito borbonico; sempre in questi luoghi avviene l’assassinio del padre da parte dei giacobini. Nel paese, infine, comincia per Fra’ Diavolo la militanza armata contro le truppe francesi.

Vista la prossimità dei luoghi segnati in questo itinerario e la loro ubicazione nel centro urbano, non è necessario l’uso dell’automobile.

Secondo itinerario

Nel secondo itinerario sono segnati luoghi situati fuori dal centro abitato di Itri, ma appartenenti al suo territorio. Sono luoghi che Fra’ Diavolo ha frequentato nella seconda parte della sua vita, quando, inizialmente costretto dalla latitanza per gli omicidi commessi, si rifugiò sui monti dove organizzò la lotta contro i francesi. L’itinerario tocca 3 luoghi, tutti accomunati da una consistente valenza strategica. Se nel primo itinerario la figura di Fra’ Diavolo è associata agli spazi angusti e all’intensa vita economica, sociale e religiosa della Itri del tempo, in questo secondo itinerario a Fra’ Diavolo si associano i grandi altipiani desolati, la vastità inquietante delle foreste e l’imponenza dei monti aurunci le cui vette dominano tutta la regione.

Per la lontananza dei luoghi di questo itinerario è consigliato l’uso dell’automobile.

Redazionale

Notizie recenti

Torna su